Il Peretti: già gli studiosi contemporanei ne tessevano le lodi

21 novembre 2020

Il Peretti: già gli studiosi contemporanei ne tessevano le lodi

Nel 1896 il dott. Giacomo Pollini a Torino pubblicava Statuti antichi; documenti e antichità romane di Malesco. In questi giorni di "studi forzati" a motivo della Pandemia questo testo mi ha guidato nel conoscere meglio la valle nella quale vivo felicemente da 40 anni. Trascrivo quanto il Pollini dice riguardo alla Madonna di Re:

« Che vi sia ancora molta  fede nella Valle e nell'Ossola per  la Madonna di Re, ne abbiamo una prova evidentissima nei lavori straordinari eseguiti in quel paese. E così nel 1888 la bellissima piazza fatta davanti alla chiesa, per la quale si dovette abbattere una grande quantità di case e di stalle, cioè fare un vero sventramento, e nel 1889 la costruzione di quel grandioso Ospizio pei pellegrini, che non è inferiore a quelli nel Biellese.  Finalmente il progetto d'ingrandimento della chiesa e la ricostruzione della cappela attuale della sacra reliquia in modo da potervi celebrare la messa.

L'iniziatore e l'anima di tutte queste opere è il degnissimo sacerdote Gio. Antonio Peretti da S. Maria, Vice Parroco del Santuario, il quale novello Sisto V dalla cui famiglia sembra discendere, ne avrebbe ereditato un'indole tenace e una volontà inflessibile, e così la fermezza necessaria a tenere testa a tutte le noie e brighe suscitategli contro da alcuni male intenzionati e malevoli del paese, contrari a quello sventramento, e a tutte quelle opere, colle quali ora ha fatto di Re uno dei paesi più belli di Vigezzo.

Sia perciò lode a lui che col suo coraggio e col suo operato, si è reso benemerito non solo del Santuario, ma anche della Valle. E un encomio va pure dato all'arciprete locale D. Maurizio Barbieri da Malesco, Vicario Foraneo, il quale per l'imponente ospizio elargì primo la vistosa somma di cinquantamila lire; per cui, in base allo Statuto che conferisce il diritto all'oblatore di una tale somma di dargli il proprio nome, l'ospizio venne chamato Ospizio Barbieri».

La citazione è tratta da: G. Pollini, Statuti antichi; documenti e antichità romane di Malesco, studi e ricerche del dottore Giacomo Pollini,Torino, 1896, pp.70-71.

P. Giancarlo

NOTIZIE

L'offerta della Rosa d'Oro

lunedì 22 agosto 2022


LE PORTE DELLA BASILICA

venerdì 15 luglio 2022


LE CANDELE

venerdì 08 luglio 2022


DONI CHE SI COMPLETANO

domenica 19 giugno 2022


La Messa del Miracolo

domenica 01 maggio 2022


Elenco completo →