SIGNUM MAGNUM

21 marzo 2021

SIGNUM MAGNUM

Mentre guardo questa bellissima foto che risale al novembre 1973, guardo con devozione San Paolo VI che amabilmente s'intrattiene con il novello vescovo (era stato ordinato appena il 15 aprile) P. Francesco M. Franzi, presidente del Collegamento Mariano Nazionale ed ausiliare di Novara.

Da fonte sicura (ex auditu a videntibus) posso dire che stanno parlando dell'Esortazione apostolica Marialis cultus che sarà resa pubblica dopo poche settimane (2 febbraio 1974). Meditando su questa foto possiamo sintetizzare così: due vescovi devoti di Maria. Paolo VI ebbe il coraggio di proclamare Maria Madre della Chiesa (21-11-1964); pubblicò 2 importanti documenti per il culto mariano: l'Esortazione apostolica Signum Magnum 1967) e l'Esortazione Apostolica Marialis cultus (1974).

P. Franzi a questi documenti pontifici dedicò tanto studio e poi divulgò la dottrina di Paolo VI con gli scritti e con la predicazione. Rileggo con i devoti della Madonna di Re quanto P. Franzi scriveva nel 1968, commentando l'Esortazione di Paolo VI Signum Magnum:

«Il Santo Padre intende richiamare l'attenzione di tutti i figli della Chiesa sull'inscindibile nesso vigente tra la maternità spirituale di Maria, così ampiamente illustrata nella costituzione dogmatica Lumen Gentium, e i doveri degli uomini redenti verso di Lei. (...) 

Questo suggerisce un rilievo.

La Maternità spirituale è l'espressione comprensiva di tutto il mistero di Maria e faremo bene anche noi a preferirla sempre nel parlare ai fedeli. Nell'attività pastorale, quando noi parliamo della Madonna, presentiamola come "madre spirituale".

Diamo però a questa maternità il contenuto concreto, reale che il S.Padre descrive nella prima parte dell'Esortazione. Badiamo di non accostarci a un facile sentimentalismo il che avviene quando si è paghi di commuovere e si presenta la maternità di Maria pressappoco come una metafora.

Vi èun nesso inscindibile tra la missione di Maria e i doveri degli uomini redenti verso di Lei.

La dottrina mariana non è speculazione teorica  o la narrazione di un passato del quale basta conservare vivo il ricordo. Vi è un "adesso" che c'interessa profondamente nell'opera di Maria. Ella esercita  una missione attuale.»

San Paolo VI e veneratopadre Franzi aiutateci ad essere oggi veri devoti di Maria; con profondità teologica e con amore costante verso di Lei.

NOTIZIE

Preghiamo in comunione con i santi

mercoledì 07 aprile 2021


gli auguri del Vescovo

sabato 03 aprile 2021


È primavera

giovedì 01 aprile 2021


Mons. Del Monte

domenica 28 marzo 2021


IL GRANDE PIAZZALE SILVIO GALLOTTI

sabato 27 marzo 2021


Elenco completo →